torna indietro
mer 8 set
Auditorium Melotti
20.30
 
Honji Wang
Sébastien Ramirez
Wang Ramirez - Francia
 

YouMe. You are you and me I'm me

Biglietti
da 15€ a 18€
Under 30 10€





PRIMA NAZIONALE
COPRODUZIONE ORIENTE OCCIDENTE 


Lei, Honji, è tedesca-coreana; lui, Sébastien, franco-spagnolo. Insieme dirigono la compagnia Wang Ramirez nel solco dell’hip hop sperimentale, delle arti marziali e della danza contemporanea. Coreografi e anche interpreti di lavori ibridi, Honji Wang e Sébastien Ramirez giocano sul melting pot culturale e sulla loro complicità di coppia d’arte e vita. Così almeno nei lavori che li hanno visti trionfare sul palco insieme sin dall’esordio avvenuto nel 2010: AP15, poi Monchichi - già presentato con successo a Rovereto nel 2014 - e Dystopian Dream nato nel 2017. Il crescente successo ha permesso alla coppia di allargare gli orizzonti, di lavorare con nuovi collaboratori e interpreti, di accettare commissioni. Hanno preso così forma Everyness nel 2016, titolo per quattro danzatori oltre a Honji e il più recente Au revoir lavoro creato per la Danskompani dell’Opera di Göteborg.

Anche il nuovo progetto, nato in parte da una residenza “virtuale” a Rovereto, YouMe. You are you and me I'm me non vede in scena Honij e Sébastien. Dirigono, in questo caso, un incontro coreografico-musicale di tre donne, diverse per formazione e origini: la ballerina di flamenco spagnola Sara Jimenez, la greca Kalliopi Tarasidou, stella del popping (uno degli stili dell’hip hop) e la violoncellista francese Elsa Guiet. 

L’idea? Costruire un dialogo, un “faccia a faccia” tra movimento e musica, tra grintose figure femminili, bellicose e complici. Con il violoncello simbolo dell’estensione del corpo invitato a condividere il palco con le danzatrici nel tentativo di trasformare spazio, tempo e suono in un unico racconto poetico. Una naturale evoluzione al fortunato lavoro Felahikum che sette anni fa, nel 2015, aveva immortalato sulla scena il dialogo interculturale tra Honji Wang e la stella del flamenco contemporaneo Rocío Molina. Carismatiche e pregnanti, Honji e Rocío avevano raccontato sul palcoscenico cosa le accomunava e cosa le distingueva. Ora tocca alle altre tre mettersi in gioco.

Creazione e direzione artistica Honji Wang e Sébastien Ramirez
Coreografia
Honji Wang
Assistente alla coreografia Marco Di Nardo
Drammaturgia Wang Ramirez
Danza
Sara Jimenez e Kalli Tarasidou
Musica
Elsa Guiet, Fernando Egozcue Folgueras, Pablo Martin Jones
Violoncellista
Elsa Guiet
Suono
Javier Alvarez e Jorge Cañón
Scenografia
Wang Ramirez
Luci
Guillaume Bonneau
Costumi
Annamaria Di Mambro
Tecnica suono
Jorge Cañón
Tecnica luci
Guillaume Bonneau
Durata
60’
Produzione
Wang Ramirez
Coproduzione Festival Regarding, Festival of new interpretation - Tel Aviv, Théâtre de la Ville - Paris, Scène nationale d’Albi, Oriente Occidente
Con il supporto di Regional Cultural Affairs Directorate Occitanie, Regional council Occitanie/Pyrénées-
Meéditerranée, County council Pyrénées Orientales e Foundation BNP Paribas, Fondazione Nuovi Mecenati - Fondazione franco-italiana di sostegno alla creazione contemporanea

Honji Wang & Sébastien Ramirez sono artisti associati del Théâtre de la Ville - Paris e artisti supportati dall’Archipel - scène nationale de Perpignan


wangramirez.com


Crediti foto Marco Di Nardo